Archivi per la categoria ‘corsi sci fuoripista’

Meglio di stagione

giovedì, 9 novembre 2017

Sarà la penuria delle ultime stagioni o la nevrosi da corsa alla “primizia”, ma bastano pochi centimetri di neve in quota a novembre per scatenare la corsa alle prime uscite, agli acquisti, alle proposte bianche.

Per me la neve va trattata come frutta e verdura. Diffido delle primizie, perché quasi sempre sono insapori ed amarognole. L’altr’anno decisi di uscire con gli sci gli solo quando la neve si depositò davanti alla porta di casa.

Intendo ripetermi e, nel caso non nevicasse, potremo sempre percorrere le montagne a piedi. Conoscere la reale conformazione del terreno e delle rocce senza neve di un percorso scialpinistico è la miglior fonte d’informazioni utili ad affrontare poi il percorso con gli sci. Quanti conoscono cosa si nasconde sotto la neve?

Intanto rispolvero la mia “merce”:

Tecnica e fattore umano: una proposta diversa

Sci e fuoripista

Scialpinismo e sci fuoripista: tecnica e fattore umano. Una proposta diversa.

martedì, 6 dicembre 2016

L’acquisizione di informazioni sulla neve, sul meteo, sui mille apparecchi ARTVA, su sonde, pale e airbag non è in grado di supportare completamente la nostra capacità di decidere quando ci muoviamo nella neve.

Ogni imprevisto è certamente da ricondurre ad un problema umano.

Mentre siamo fortemente attratti dall’approfondimento e dalla ricerca di solidità tecniche, razionali, troppo spesso ci scordiamo l’importanza delle altrettanto fondamentali e complementari competenze non tecniche legate al fattore umano.

In pratica l’ascolto di quel vasto mondo, cognitivo, sensoriale ed emotivo, legato alla sfera personale, che condiziona la presa delle decisioni si da troppo spesso per scontato.

I progressi nelle apparecchiature, la popolarità e il fitness hanno portato ad una curva di apprendimento sempre più veloce.

Non sempre però il miglioramento delle conoscenze si accompagna con un analogo perfezionamento dei processi decisionali.

Per chi fosse interessato propongo alcune semplici uscite di scialpinismo e fuoripista, per tentare di ‑indagare un diverso approccio, non solo basato su fattori fisici come il cristallo di neve, il manto, la morfologia, le tecniche di autosoccorso…

Questa proposta non è da intendere come una critica nei confronti della formazione consolidata, ma al contrario, intende completare ed “esplodere” le conoscenze acquisite.

Contattatemi per maggiori informazioni.

Nella foto: dopo un’abbondante nevicata notturna, la a miglior discesa dalla sud del Sasso Nero va affrontata al mattino, prima che la neve trasformi.

fresca-sci

 

Ri-scoprire la neve

giovedì, 24 novembre 2016

Sciare significa viaggiare nella neve.

Ogni discesa in un mondo bianco, specie se remoto e silenzioso, esprime un’esperienza pervasiva di vitalità, attività fisica, velocità e luminosità singolare.

Per sciare bene non è sufficiente solo far girare gli sci.

Occorre ri-scoprire la neve e sperimentare il sapore di ogni pendio, bosco, esposizione, consistenza, visibilità, temperatura, fatica e atmosfera. Così la tecnica si trasforma in uno splendido mezzo utile al viaggio, alla scoperta dell’inesauribile mappa della neve, sollevandoci dal tecnicismo fine a se stesso, dall’omologazione, dalla rincorsa forzata alla stazione “high tech”, dal miraggio dei  chilometri di pista e dell’ultimo ritrovato tecnologico nell’attrezzo. Una piccola grande liberazione, che ci fa apprezzare, specie di questi tempi, ogni tracciato, grande o piccolo, rinomato o nascosto e ci fa accontentare di quel che cade dal cielo, quando accade, senza ansia o tormentate attese.

Contattatemi per suggerimenti di percorso, in pista o fuori.

Nella foto: un piccolo larice solitario emerge dalla polvere avanti a noi.

img_4373-1280x579

 

La qualità della neve

domenica, 10 gennaio 2016

La neve che tardava ad arrivare ha lasciato spazio ad uno splendido dicembre, buono per tante altre attività diverse dallo sci, ma ora ci siamo. La qualità della neve è uno dei tanti piaceri dello sci ed è bello uscire di casa il mattino e abbinare le condizioni atmosferiche del punto in cui ci si trova e indovinare le condizioni della neve lassù, dove si è deciso di andare a sciare.

Per tutto l’inverno organizzo uscite e corsi personalizzati in pista, fuoripista e di scialpinismo, nel comprensorio della Valmalenco e nel gruppo del Bernina, dove non è difficile trovare discese immacolate, dove nessuno è mai passato. Non aggrego gruppi eterogenei, al massimo pochi amici affiatati, perché per cogliere la qualità della neve occorre silenzio e leggerezza, condizioni essenziali per ascoltare la montagna d’inverno.

Sci al tramonto, foto tratta da “Sci e sciatori, le bellezze dello sci” – Couttet-Lunn-Petersen-Rivera 1930.

E ancora la neve

sabato, 29 novembre 2014

Se qualche sciatore appassionato, ma distratto, si dovesse perdere l’opportunità di provare una tra le mille iniziative in circolazione per sciare sicuri, il safety days, safety & riding, il fuori pista in sicurezza e la neve sicura, fondati sul salvifico imprinting tecnologico di ultimissima generazione, potremmo comunque farci una sciata assieme, solo quando arriva la neve giusta.

Non senza aver annusato l’aria e scrutato le nubi appena svegli la mattina, per capire da che parte soffia il vento in cresta e come trasporta e accumula i cristalli bianchi, ascoltato lo scricchiolar della neve sotto gli scarponi per decifrarne temperatura e coesione, dato qualche colpo deciso di lamina alle prime curve per sentire subito sotto i piedi la consistenza della magnifica coltre bianca…..Mic

Réclame per l’inverno in arrivo

mercoledì, 12 novembre 2014

promo ski inverno

E ancora neve

venerdì, 14 dicembre 2012

 

freeride valmalenco

La “robusta” perturbazione atlantica è arrivata e sta portando tanta neve! Ora siamo pronti a siglarla con le nostre tracce…

Nel menù delle proposte inverno 2013

  • corsi sci fuoripista ogni livello;
  • casi disperati: per chi non è mai riuscito a fare una curva, tentiamo con un approccio completamente diverso..
  • corsi per ragazzi;
  • annusiamo la neve: approfondimento conoscenze nivologiche per tutti acquisite direttamente sul campo sciando.

Buone discese Mic

Sciare fuoripista

giovedì, 6 gennaio 2011

Cari Freeriders,

il periodo migliore per cavalcare liberamente la nostra passione fuoripista sta entrando nel vivo. Smaltita la “sbornia” natalizia, la montagna si svuota della massa rumorosa e ci ritroviamo soli e felici sulla neve, ognuno con le sue meritate discese! Mic

Freeride e video

giovedì, 9 dicembre 2010

Siete un gruppo di amici desiderosi di una testimonianza video della vostra uscita fuoripista?

In collaborazione con il collega e videomaker Luca Maspes, proponiamo uscite guidate ai più rinomati percorsi delle Alpi Centrali comprensivi di videoclip.

Calendario uscite 2011: 16 gennaio Bormio; 6 febbraio Morteratsch; 13 febbraio Tonale.

Mic michele.comi@stilealpino.it

Corsi e lezioni di sci fuoripista e freeride

venerdì, 5 novembre 2010

BERNINA FREERIDE

Per l’intera stagione invernale 2010-2011 si organizzano corsi e lezioni di sci fuoripista-freeride neI comprensori sciistici Valmalenco-Valtellina per principianti ed esperti (tra i destinatari sono inclusi anche snowboarders e telemarkers per tutti gli aspetti che riguardano la conoscenza dell’ambiente e gestione del rischio connesso alla pratica del fuoripista).

Non hai mai provato a uscire dalle piste battute?

Questa è la proposta per te.

Il corso è rivolto anche a chi si affaccia per la prima volta al mondo del freeride, con un approccio graduale alla difficoltà.

Per provare le prime curve fuori dai tracciati è sufficiente un livello bronzo-avanzato, argento della scuola italiana di sci.

Il corso sarà tenuto da una Guida alpina, Maestro di sci. Possibilità di lezioni a tariffa oraria dedicate per singoli o gruppi ristretti.

A seconda del livello tecnico e del numero dei partecipanti verranno trattati gli aspetti seguenti.

  • Tecnica fuoripista.
  • Ambiente: elementi di base di conoscenza dello stato del manto nevoso e dei versanti; individuazione della traccia.
  • Analisi e valutazione dei rischi: acquisizione degli elementi minimi di sintonia con l’ambiente invernale per la valutazione dei rischi connessi alla pratica del fuoripista.
  • Materiali: conoscenza e utilizzo dei kit di autosoccorso (arva, pala, sonda), prova sci freeride.

Note tecniche.

Sciare fuoripista significa fare discese sulla neve non battuta.

Secondo la stagione, temperatura, esposizione del pendio ed un sacco di altri fattori determinanti, una discesa potrà risultare piacevole o estremamente faticosa. Ricordate quindi che per imparare i segreti del fuoripista occorre conoscere i suddetti fattori e sciare su tutte le nevi per molti metri di dislivello….

Coloro che sono sci alpinisti non dimentichino che un ripasso della tecnica fuoripista potrebbe a loro solo giovare, sia in sicurezza che di godibilità delle discese.

Su richiesta le proposte di freeride più rinomati in quota.

Per tutti i partecipanti possibilità di soggiorno esclusivo presso l’Hotel Tremoggia con offerte speciali.

Info: Michele Comi 348-8403009 michele.comi@stilealpino.it

Rider sulla cresta sommitale della Punta Marinelli 3180m, sullo sfondo il Piz. Roseg 3920m.

Siglare la neve con le proprie tracce è uno dei grandi piaceri del fuoripista.

Cavalieri della povere!

Ski area Valmalenco