Neve perfetta nella sua imperfezione allo Scalino.

La neve è perfetta nella sua imperfezione. Il freddo intenso la fa scricchiolare sotto agli sci.

Incontriamo “croste” di ogni tipo, forme simili a sastrugi polari si alternano ad accumuli e placche ventate dure come il marmo. Segni di vecchie tracce di salita indurite dal gelo sono messe in rilievo dall’erosione differenziale del vento furioso degli ultimi giorni, che ha spazzato completamente i dossi, mettendo a nudo le rocce, riversando la massa banca di cristalli fragili ormai spuntati in mezzo agli impluvi.

Un laboratorio perfetto per scovare con attenzione la traccia migliore in salita e scivolare leggeri in discesa, percependo attraverso i piedi ancor prima che con la vista la consistenza della neve, così da dosare all’istante movimento e presa di spigolo, in un continuo adattamento alle variazioni del fondo.

Grazie a Riccardo per le splendide foto!

Lascia un Commento