Cascata Pirolina

Il vento caldo di caduta spazza le creste della Sassa di Fora e rende le temperature insolitamente miti. Il ghiaccio è abbondante e il rialzo termico per ora non può che ammorbidirlo, senza indebolirne la struttura.
Sotto di noi, nella radura tra gli abeti, si trova l’alpe Senevedo, con le sue piccole baite ormai abbandonate, con variopinti muri di pietra a secco, che rappresentano il miglior album petrografico della zona.
Se fosse in capo al mondo, questo angolo ombroso della valle di Chiareggio, sarebbe meta privilegiata per turisti amanti della wilderness, qui invece ci troviamo solo ad un paio d’ore d’auto da Milano…

Lascia un Commento