Valmalenco, Campo Moro Pilastro della Sissi: via Camera con vista

Sissi era il nome di un’asina di razza sardignola impiegata come animale da soma per trasportare i viveri freschi al rifugio Bignami in alta Valmalenco. Un giorno, ormai vecchiotta e dal passo incerto, mise una zampa in fallo e precipitò nel grande lago sottostante. Anni dopo, da ragazzotto impegnato a sperimentare l’apertura di una via tutta mia, dedicai il pilastro al piccolo ma instancabile somaro, che ero solito condurre, poco più che bambino, verso il rifugio. La via aperta nel 1989 con l’amico Danilo, presentava una curiosa sosta all’interno di una marmitta dei giganti aerea e sospesa sopra il bacino artificiale di Gera, per cui si meritò il nome di: “Camera con vista”. Negli anni 2000 venne un poco raddrizzata nei primi tiri e allungata verso l’alto, con l’aggiunta delle soste e di qualche spit da Rampikino, che la ribattezzò Diopside. Dopo tanti anni è stato bello ripercorrerla in compagnia di Alberto, ritrovare qualche vecchio chiodo e ricordare l’entusiasmo di gioventù per le rocce. Mic

 

Lascia un Commento